venerdì 30 aprile 2021

GIURIA CONCORSO LETTERARIO "LUCIA FERRARA"

 

 



 

GIURIA DEL CONCORSO

 

NADIA VERDILE

Presidente della Giuria

E’nata a Napoli, vive a Caserta, le sue radici sono molisane. Scrittrice e giornalista, collabora con il quotidiano «Il Mattino». Ha sedici libri all’attivo e ha curato sette volumi didattici; molti suoi saggi sono stati pubblicati in riviste nazionali ed internazionali. Relatrice in convegni e seminari di studio, come storica, da anni, dedica le sue ricerche alla riscrittura della Storia delle Donnecollaborando con la Fondazione Valerio per la Storia delle Donne, la Colorado State University per il progetto Female Biography Project, la Società per l’Enciclopedia delle donne. È direttrice della Collana editoriale “Italiane” di Pacini Fazzi Editore.

Questo è il suo primo romanzo storico.

Segni particolari: ottimista di natura è intollerante verso stereotipi e pregiudizi.

Ultimi premi

2021 - Premio Nazionale “Federico Del Prete” - sezione Giornalismo

2020 – Premio Nazionale Virgilio per il libro “Regine”

2019 – Ambasciatrice della lettura 2019 – I Borghi della Lettura

2019 – Premio Letterario Nazionale “Mino De Blasio” per il libro “Regine”

2018 – Premio Nazionale “Antonietta Rongone” per il libro “Matilde Serao”

2017 – Premio Donna dell’Anno – per la Collana editoriale “Italiane”

 

AMEDEO BARLETTA

 (1976)

avvocato penalista, docente universitario.

Cresciuto in provincia di Caserta, dove risiede, si è occupato da sempre di diritti e tutela dei diritti umani e fondamentali. Ha preso parte a numerose campagne interne e internazionali a tutela di soggetti deboli e vittima di gravi violazioni dei diritti oltre che a tutela dell'ambiente.

Ha lavorato come consulente per il Governo italiano e per numerose istituzioni europee.

E' membro dell'organo direttivo della European Criminal Bar Association (ECBA).

 

DORA BARLETTA

Dora Barletta nasce a Maddaloni nel 1973. 

Docente di latino e greco, archeologa epigrafista, ha partecipato agli scavi di Calatia antica con la Seconda Università degli Studi di Napoli. Versatile nella scrittura, ha pubblicato articoli, romanzi, saggi letterari e storico-artistici.

“decamerone maddalonese” è il suo più recente testo.

 

DALIA CORONATO

Dalia Coronato, giornalista per il Mattino di Caserta. Esperta in comunicazione e web marketing con un’attenzione particolare per l'arte, il teatro e la letteratura. Nel 2020 pubblica presso Carabba editore l’intervista “Rinaldo Verì, traboccante di ultima generazione”. In collaborazione con corriere.tv pubblica video inediti che raccontano storie italiane. 

 

GENNARO IANNOTTI

Gennaro Iannotti è nato a Caserta nel 1974, ha frequentato il Liceo Classico dai Salesiani e si è laureato alla Facoltà di Giurisprudenza della Federico II di Napoli. Avvocato penalista dal 2002, ha sempre coniugato l’attività professionale con quella culturale. Ha ideato e organizzato e condotto numerosi appuntamenti dedicati al diritto e alla letteratura, alla giustizia e alla società, passando per la filosofia, la storia e la matematica. Oltre ad aver insegnato Diritto Penale presso la Scuola per le Professioni Legali dell’Università Luigi Vanvitelli, è stato ospite di numerosi appuntamenti formativi di scuole, associazioni e librerie. Ha pubblicato saggi e commenti a sentenze per la storica e prestigiosa casa editrice Giuffrè.

 

VIRGINIA IORIO

Virginia Iorio

È nata e cresciuta a Maddaloni. Laureata con lode alla Federico II, vive a Caserta dal 1979 ed ha concluso la sua carriera di docente d'italiano e latino al Liceo Diaz nel 2019. Nel corso del suo amatissimo lavoro, ha promosso progetti di scrittura e drammatizzazione; ha curato laboratori di lettura e incontri con autori. Ultimo impegno al Diaz: la collaborazione alla stesura del testo teatrale ispirato al libro di Ivano Dionigi "Il presente non basta" rappresentato, in latino e in difesa del latino, alla Reggia di Caserta dai ragazzi del laboratorio teatrale del prof. Angelo Maiello.

 

MARILENA LUCENTE

(1967)

E’ insegnante presso l’Istituto Terra di Lavoro di Caserta. Laureata in Lettere all’ Università La Sapienza – Roma e Dottore di Ricerca in Pedagogia, si occupa di creatività, didattica e formazione. Alla sua attività di insegnante è dedicato il primo libro di narrativa Scritto sui banchi (2005) e il più recente ‘O Nfierno. Dante e Virgilio mmiezo e malamente (2020).  Molti i testi di narrativa e drammaturgia.  Sua la ideazione di numerosi spettacoli e appuntamenti culturali del territorio.

 

PATRIZIO RANIERI CIU

Patrizio Ranieri Ciu, poeta, scrittore e saggista (Rapsodia, Mistero Bianco, Kanun). Laureato in giurisprudenza, consigliere diplomatico e membro onorario delle Nazioni Unite per attività umanitarie nei Balcani, è un artista eclettico . Compositore classico (Chateau de Vizille n. 19), autore di colonne sonore e di canzoni, si impone alla ribalta internazionale come autore e regista teatrale nel 2002 al Festival del Teatro di Edimburgo. Regista e autore del primo Film Teatro nel 2011, ha ideato i Monodialoghi per la Società delle Lettere, delle Arti, delle Scienze. Vincitore dell’Oscar 2014 per il Teatro al Roma Festival (Prova d’attore), è direttore artistico del Teatro Fabbrica Wojtyla. Dal 2020 ricopre il ruolo di membro permanente dell’Osservatorio della Cultura della Regione Campania.   

 

DANIELA VOLPECINA

Daniela Volpecina, giornalista professionista, corrispondente per Il Mattino e inviata dell’emittente televisiva La7. Ha realizzato reportage in Italia e all'estero. In particolare in Afghanistan, Kosovo, Albania, Israele e Libano. Alcuni dei suoi lavori sono stati pubblicati da Avvenire, Donna Moderna, Informazioni della Difesa. Ha collaborato con TmNews, Agon Channel e numerose emittenti televisive campane. Ha partecipato, con un suo scritto, alla raccolta di racconti ‘Interrompo dal San Paolo’ per la Giammarino Editore e all’antologia ‘Ekatomere – racconti tra Decameron e pandemia’ per la Terra Somnia Editore.

 

 

 

sabato 24 aprile 2021

TESINA TERZA MEDIA: CASA SAN FRANCESCO

 





TESINA 

CASA SAN FRANCESCO

All’inizio della scuola media, un pomeriggio, mio padre mi ha accompagnato in un posto nuovo: Casa San Francesco.

In quel periodo, non volevo studiare, non riuscivo a stare seduto, mi alzavo sempre; ero molto chiuso, mi rifiutavo di parlare, portavo tantissimi libri, ma mai quelli giusti per fare i compiti.

In quella casa sono stato accolto da diverse persone e mi sono affezionato molto ad una volontaria, Annalisa.

Ho conosciuto tanti bambini e ragazzi, della mia età e anche più grandi di me, italiani e stranieri. Tutti erano accoglienti ed io ero felice e mi sentivo come se fossi a casa mia, perché tutti i ragazzi mi accettavano come loro amico.



Casa San Francesco è una vera casa dove noi ragazzi studiamo e facciamo dei laboratori: di arte, chitarra, teatro, pattinaggio.

Per me è la casa più bella perché stiamo tutti insieme e la cosa più bella rispetto alla scuola è che siamo tutti amici e ci vogliamo bene, dobbiamo studiare, ma spesso diamo fastidio e non vogliamo studiare. Poi capiamo i nostri errori e chiediamo scusa e cerchiamo di comportarci meglio.

 


A Casa San Francesco andiamo ogni pomeriggio, prima cominciamo a fare i compiti e poi facciamo una pausa per la merenda; dopo andiamo in cappella per la preghiera e non soltanto.

Infatti, spesso recitiamo le scene dei libri che leggiamo, come ad esempio la storia di San Francesco e la Bibbia dei piccoli.

Qualche volta viene un sacerdote, padre Mario o don Gianmichele, per accompagnarci nella preghiera.

 


Dopo la preghiera, continuiamo a fare i compiti e quando finiamo ci dedichiamo ai laboratori.

Ognuno di noi scrive il proprio nome sui muri della casa, così anche quelli che se ne vanno restano con noi, perché ci sono i loro nomi sui muri ed anche le impronte delle mani.



L’anno scorso, per alcuni mesi sono stato lontano da Caserta e non ho potuto frequentare Casa San Francesco.

In quel periodo, ho sentito tanta tristezza e mi mancavano i miei amici e i volontari; mi sentivo unito a loro leggendo il libro di San Francesco.

Poi, un giorno sono tornato per festeggiare il mio compleanno e, in quel momento, mi sono sentito felice.

In terza media sono ritornato a frequentare tutti i giorni.







Le attività che mi sono più piaciute sono: arte, teatro, piscina, chitarra e pattinaggio. Insomma, mi sono piaciute tutte.

Ricordo con molta gioia la finale del campo estivo 2018, a Villa Giaquinto, abbiamo fatto una mostra con i nostri disegni, la gara di pattinaggio e abbiamo proiettato dei filmati delle giornate più belle.



Sono molto cambiato da quando sto a Casa San Francesco, sono diventato più socievole e riesco a parlare con i miei amici ed anche con gli adulti. Invece, prima non parlavo con gli altri e mi nascondevo dietro alle porte e sotto la libreria. Ho cominciato a fidarmi prima di poche persone e poi sono riuscito a stare bene con tutti. Non ho studiato molto perché ho dovuto affrontare tanti problemi, che sto superando, ed ora spero di riuscire ad impegnarmi di più nello studio.











domenica 18 aprile 2021

CONCORSO LETTERARIO "LUCIA FERRARA" 2021 - BANDO E MODULO PARTECIPAZIONE

 


In memoria di Lucia Ferrara 


BANDO DI CONCORSO

1.DESTINATARI

Il concorso è rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 13 e i 21 anni.

Specificamente sono previste tre fasce di età:

a)      alunni che frequentano la scuola secondaria di primo grado;

b)      alunni che frequentano la scuola secondaria di secondo grado;

c)      studenti che frequentano i primi anni di università (di età non superiore ai 21 anni).

2. OGGETTO

Oggetto del concorso sono:

1)      fiabe inedite per lettori dai sei agli 11 anni (lunghezza massima 10 pagine A4, massimo 30 righi per pagina, Font Arial, Corpo 12, interlinea: 1,5);

2)      racconti brevi inediti per tutti (lunghezza massima 10 pagine A4, massimo 30 righi per pagina, Font Arial, Corpo 12, interlinea 1,5);

3)      poesie.

3. MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al concorso è gratuita.

Per candidarsi al concorso letterario bisognerà inviare all’indirizzo:

concorsoluciaferrara@yahoo.com, entro e non oltre il 31 maggio 2021, la seguente documentazione:

A.    modulo di iscrizione allegato al bando, compilato in ogni sua parte e sottoscritto;

B.     n. 1 copia digitale dell’opera in formato pdf, priva di riferimenti all’identità dell’autore.

Ogni autore potrà partecipare con un solo lavoro. I rischi di spedizione restano a carico del concorrente.

4. PROCEDURA E CRITERI DI VALUTAZIONE

La valutazione dei lavori sarà effettuata da un’apposita GIURIA che esaminerà gli elaborati.

Al fine di una valutazione imparziale delle opere, le medesime saranno numerate dalla segreteria del concorso e sottoposte alla giuria in forma anonima.

I lavori che risulteranno “non originali” o con errori grammaticali e/o sintattici saranno esclusi dalla graduatoria finale.

Ogni giurato avrà a disposizione da 0 a 10 punti.

La valutazione della giuria è insindacabile.

5. PREMI

Saranno premiati complessivamente nove vincitori: i primi classificati di ciascuna fascia di età per ciascuna delle categorie (poesia, fiaba e racconto breve).

I vincitori riceveranno una targa, un volume in cui saranno raccolte le opere dei primi 10 classificati (per ciascuna fascia di età e per ciascuna categoria) e vedranno le proprie opere pubblicate sui giornali online CinqueWNews e Caserta News.

Le scrittrici Nadia Verdile, Dora Barletta e Marilena Lucente doneranno una propria opera a ciascuno dei primi classificati nella categoria Universitari.

I premi verranno consegnati nel corso di un’apposita manifestazione che si terrà in Caserta nella seconda metà di ottobre 2021, se il decorso della pandemia da Covid-19 lo consentirà.

6. SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

La segreteria organizzativa del concorso è a disposizione per ogni eventuale chiarimento e informazione al seguente indirizzo di posta elettronica: infoconcorsol.ferrara@yahoo.com.

7. INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi del Regolamento (UE) 679/2016 in materia di protezione dei dati personali (GDPR) si fornisce la seguente informativa sul trattamento dei dati personali.

L’Associazione di Volontariato San Francesco d’Assisi Odv e il Comitato Città Viva informano che il GDPR garantisce l’esercizio di specifici diritti a tutela dell’interessato.

In particolare, il GDPR prevede un diritto di accesso, che consente di avere la conferma se sia o meno in corso un trattamento di dati personali (art. 15 GDPR) e, in caso affermativo di ottenere le informazioni previste dalla normativa nonché riceverne copia, alle condizioni di legge.

Si potranno inoltre esercitare i seguenti diritti:

-rettifica di dati personali inesatti o integrazione dei dati incompleti (art. 16 GDPR);

-cancellazione dei propri dati personali qualora sussistano particolari condizioni e motivi;

-limitazione al trattamento dei propri dati, ad esempio in attesa della loro rettifica o correzione;

-portabilità dei dati personali verso un altro titolare qualora il trattamento sia automatizzato e basato su un consenso o su un contratto;

-opposizione al trattamento per specifiche finalità quali quelle di marketing diretto. L’opposizione è sempre possibile e gratuita in caso di finalità pubblicitarie, di comunicazione commerciale o di ricerche di mercato. L’interessato può, inoltre, opporsi ad essere sottoposto ad una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici o comunque significativi sulla sua persona, salvo il trattamento sia necessario per la conclusione o l’esecuzione di un contratto oppure basato sul consenso oppure autorizzato per legge.

In ogni caso, qualora il trattamento dei dati personali sia basato sul rilascio del consenso, l’interessato ha il diritto di revocare tale consenso in qualsiasi momento. La revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento effettuato prima della revoca stessa.

Per l’esercizio dei diritti si può inviare una specifica richiesta a sanfrancescodas@libero.it e comitatocittaviva@libero.it, avendo cura di allegare alla richiesta la copia di un documento di identità e del codice fiscale.

Si ha inoltre diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

L’organizzazione







Modulo di partecipazione al Concorso Letterario “LUCIA FERRARA”

Nome e Cognome:.............................................................................................................................. Nat.. il:................................... a:.......................................................................... Residente in: via……………………….............................................................................................. Comune:.......................................................................... Provincia: ............. CAP:........................ Telefono..............................................Email:.........................................................................................In caso di vincita contattatemi a mezzo ¨ e-mail ¨ telefono se minorenne, dati del genitore esercente la potestà:

Nome e Cognome:.............................................................................................................................. Nato il:................................... a:.......................................................................... Residente in: via……………………….............................................................................................. Comune:.......................................................................... Provincia: ............. CAP:........................ Partecipo al concorso con l’opera dal titolo ............................................................................. - Dichiaro che l'opera presentata è frutto del mio ingegno, non è stata premiata in altri concorsi e non è stata pubblicata. - Dichiaro di accettare integralmente tutte le norme e le disposizioni contenute nel regolamento del concorso, di cui ho preso visione, senza alcuna condizione o riserva.

- Acconsento all’uso gratuito dell’opera ai fini di pubblicazioni curate dall’organizzazione del concorso.

- Ho letto l’Informativa sul Trattamento dei Dati Personali allegata e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per i fini legati allo svolgimento del Concorso.

 Firma (del genitore se l’autore è minorenne)

 ………………………………..

  

 

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI (ART. 13 G.D.P.R.)

1.       TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Associazione di Volontariato San Francesco d’Assisi Odv, con sede in Caserta, passaggio A.C. Marvasi n. 10, Email sanfrancescodas@libero.it e Comitato Città Viva, con sede in Caserta, via Ferrarecce n. 82, Email comitatocittaviva@libero.it  (di seguito “Titolare”) sono titolari del trattamento dei dati personali da Lei conferiti, che avverrà nei termini e con le modalità appresso specificati.

2.       MODALITÀ, FINALITÀ E BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO

 I dati verranno trattati per la partecipazione al concorso letterario “Lucia Ferrara” (di seguito “il Concorso”). I dati richiesti per la partecipazione al Concorso sono necessari affinché sia possibile rendere i relativi servizi. Pertanto, nel caso in cui Lei non intenda fornire i dati personali richiesti, non sarà possibile partecipare al Concorso. Base giuridica del trattamento è pertanto il consenso dell’interessato. I dati sono trattati sia su supporti digitali che cartacei.

3.       SOGGETTI AI QUALI SONO COMUNICATI I SUOI DATI

I suoi dati possono essere comunicati, per il rispetto delle finalità di cui all’art. 2, alle seguenti categorie di destinatari, basati nell’Unione Europea: fornitori di servizi amministrativo‐contabili e legali; fornitori di servizi di assistenza tecnica e customer care; fornitori di servizi di marketing, consulenza specialistica in tema di concorsi ed analisi di mercato; fornitori di altri servizi funzionali alla realizzazione del Concorso. I destinatari dei dati verranno nominati dal Titolare Responsabili Esterni del trattamento, ai sensi dell’art. 28 GDPR, e saranno pertanto obbligati al rispetto della riservatezza e della protezione dei Suoi dati, ai sensi della normativa di riferimento.

4.       PERIODO DI CONSERVAZIONE DEI DATI

I dati personali dei partecipanti al Concorso verranno conservati per la durata di un anno dalla conclusione dell’iniziativa, salvo il caso in cui la conservazione per una maggiore durata sia giustificata da esigenze di tutela legale.

5.       I SUOI DIRITTI IN MATERIA DI DATI PERSONALI

Lei ha, in materia di dati personali, i diritti di cui agli artt. 13 e seguenti del Regolamento Europeo n. 679/2016, noto come G.D.P.R. In particolare, ha il diritto di accesso, rettifica/integrazione, cancellazione, limitazione, opposizione, portabilità dei Suoi dati. Ha inoltre diritto di ottenere informazioni sulla durata della conservazione dei Suoi dati. Può infine revocare o modificare i consensi prestati. Lei ha la facoltà di esercitare altresì tutti i diritti previsti dall'articolo 7 del D. Lgs. 196/2003, laddove applicabile. Lei può ottenere dal Titolare del Trattamento o dal Responsabile per la Protezione dei Dati chiarimenti sulla presente Informativa e sul trattamento dei Suoi dati. Nel caso ritenga violati i Suoi diritti, può proporre reclamo al Garante per la Protezione dei Dati Personali. Qualora ci richieda di cessare tutti i trattamenti dei Suoi dati personali prima della conclusione del Concorso, la sua partecipazione non sarà più possibile.


lunedì 13 gennaio 2020

LA GUERRA




La guerra è una cosa malvagia.
La guerra è odio e cattiveria.
La guerra è distruggere il mondo.
Gli uomini non sanno quanti danni fanno.
Gli uomini non sanno che così provocano inquinamento.
Gli uomini non sanno che possono portare la pace.
Per un mondo di amore c'è bisogno di affetto.
Per un mondo di amore c'è bisogno di persone istruite.
Per un mondo di amore dobbiamo anche dire NO all'inquinamento e alla guerra.

Mariagrazia Trepiccione



venerdì 13 dicembre 2019

ILARIA CI PARLA DI CASA SAN FRANCESCO





Casa San Francesco è una casa che ci accoglie.
Qui non si fanno solo i compiti, ma si fanno dei laboratori, di arte, di teatro, di chitarra e festeggiamo anche i compleanni.
Qui siamo tutti fratelli, scuri o bianchi, siamo tutti uguali.

Ilaria F.





mercoledì 18 settembre 2019

LUCIA, GRAZIE PER ESSERE STATA LA NOSTRA PRINCIPESSA





Ciao Lucia,
Finora non riesco a crederci.
E' impossibile per me pensare che è la verità.
Non passa un giorno, che non guardo il Cielo sperando di vedere la tua faccia, almeno un sorriso.
Piccola, ho sempre sognato di poter avere una migliore amica. Ho avuto dei compagni, ma come ho detto, erano compagni.
Quando ti ho incontrato la prima volta, era il giorno del tuo compleanno a casa San Francesco D'Assisi. Non mi ricordo delle nostre prime parole scambiate, ma so che da lì abbiamo iniziato a fare tutto insieme. Abbiamo studiato insieme, seguito le lezioni di chitarra, di scrittura... Tante tante altre cose.
Ho avuto e ho sempre oggi vinto tutto per averti incontrato.
Ti ringrazio così molto.
Grazie per  essere stata lì per me.
Grazie per avermi ascoltata.
Grazie per la tua fiducia.
Grazie per avermi accettato come sono.
Grazie per essere stata quello che sei stata.
Grazie per essere stata la nostra PRINCIPESSA.
Grazie per tutto Lucy.
Ti voglio tanto bene.

Diaba Diallo

venerdì 15 dicembre 2017

CASA SAN FRANCESCO-ARTICOLO PUBBLICATO SUL POLIEDRO



<"Casa San Francesco d'Assisi" è una casa piena di amore, in cui il poco odio che vuole entrare viene cacciato. Lì dentro siamo tutti uguali, qualunque sia l'età, la religione, l'origine o il colore della pelle.>
Non avrei potuto trovare parole più belle per descrivere l’Associazione di Volontariato San Francesco d’Assisi onlus; sono le parole di Diaba Diallo, una ragazza senegalese che ha trascorso qualche mese con noi, prima di trasferirsi in Francia.
La nostra Casa si trova nel cuore di Caserta, a piazza Vanvitelli; è come due braccia aperte, pronte ad accogliere bambini e ragazzi che – per vari motivi – necessitano di essere aiutati e sostenuti.
L’associazione San Francesco d’Assisi – nella sua quasi decennale attività – ha ideato e realizzato tre progetti: 1) Francesco e Chiara, un progetto di aiuto alla vita, che prevede il sostegno ai bambini da zero a due anni; 2) Sorella Scuola, un progetto rivolto ai bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni, che si attua attraverso il sostegno nello studio, vari laboratori (chitarra, arte, teatro, pattinaggio, scrittura, cucina) ed altre attività ludiche. 3) Sorella Estate, campo estivo con attività ricreative, sportive e piscina.
Il centro della nostra casa è la Cappella dedicata a San Francesco d’Assisi, dove ogni giorno ci riuniamo per pregare insieme.
 Siamo nati da un incontro con Gesù e con Francesco d’Assisi e da loro continuiamo ad attingere energie per portare avanti questo progetto di amore.
Il Vangelo è la nostra Regola e la nostra forza. I bambini e i ragazzi, unitamente alle loro famiglie, vengono accolti con semplicità ed affetto fraterno, e subito la nostra casa diventa la casa di tutti.
Qualcuno penserà che io stia esagerando, che stia descrivendo una sorta di “isola che non c’è”.
Vi assicuro che non sto esagerando, vi dico anche che non è facile realizzare questo sogno d’amore, che sono tanti gli attacchi che abbiamo subito e che subiamo, che – come ha scritto Diaba – “ogni tanto un po’ di odio cerca di entrare”, che i bambini fanno i capricci, litigano ed anche noi grandi discutiamo, ma ci sforziamo incessantemente di tenere accesa la Luce della nostra fede, di cercare ed affermare la Verità.
Noi crediamo fermamente nel potere formativo della fede, dell’Amore, dell’educazione e della cultura, senza dimenticare i bisogni materiali delle persone. Infatti, la nostra casa è anche un centro di raccolta di abiti usati, scarpe, libri e giocattoli; beni che vengono forniti ai bambini e ragazzi seguiti nei nostri progetti.


Alessandro ci spiega l'Avvento


L'avvento è il periodo che precede il Natale.
Nel video che abbiamo visto nella cappella di Casa San Francesco, l'Arcangelo Gabriele annuncia a Maria che avrà un bambino, che dovrà chiamare Gesù.
Maria, perciò, si reca da Giuseppe e cercano insieme un posto per partorire il bambino.
A Betlemme non trovano posto, perciò Maria è costretta a partorire in una grotta il 25 dicembre.
E' per questo che noi festeggiamo il Natale il 25 dicembre.

Alessandro

EMANUELE CI SPIEGA L'AVVENTO




L'avvento è il periodo che precede il Natale.
In questo periodo, l'Arcangelo Gabriele annunciò a Maria che il Signore l'aveva scelta per portare in grembo il figlio di Dio.

Emanuele


Casa San Francesco...per Alessandro



Per me CASA SAN FRANCESCO è come una scuola, dove le persone più grandi aiutano a fare i compiti, ma è anche un luogo dove posso divertirmi con altre persone.


Alessandro